News:
Giovedì 25 Agosto 2016 09:39

Comunicato del Vescovo

Il Vescovo di Tivoli, S.E. Mons. Mauro Parmeggiani, a nome di tutti i sacerdoti e fedeli della Diocesi, esprime vicinanza e solidarietà ai Vescovi e agli abitanti delle Chiese sorelle colpite dal terribile terremoto di mercoledì 24 agosto 2016.

In particolare, in comunione con tutta la Chiesa Italiana, chiede “di raccogliersi in preghiera per i numerosi scomparsi e gli abitanti dei paesi toccati da questo drammatico evento che ci colpisce profondamente per la sua entità, per la vicinanza geografica e poiché tra le vittime si è appreso esserci anche bambini, genitori e congiunti di fedeli della Diocesi tiburtina”.

Mons. Parmeggiani, domenica 28 agosto, alle ore 17,00, celebrerà una S.Messa per tutti coloro che sono stati colpiti da tale tragico evento presso il Santuario della Madonna delle Grazie alla Mentorella.

A tutta la rete diocesana delle parrocchie, degli istituti religiosi e delle aggregazioni laicali il Vescovo domanda di impegnarsi nell’alleviare le difficili condizioni nelle quali le persone sono ora costrette a vivere.

A tal fine, Mons. Vescovo ricorda a tutti i parroci, sacerdoti, cappellani, superiori di Santuari, istituti religiosi, aggregazioni laicali e uomini e donne di buona volontà, che anche la Chiesa di Tivoli, domenica 18 settembre 2016, aderirà alla colletta nazionale promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana e che si terrà in tutte le chiese d’Italia in concomitanza con il 26° Congresso Eucaristico Nazionale, come frutto della carità che da esso deriva e di partecipazione di tutti ai bisogni concreti delle popolazioni colpite dal terremoto.

Anche la colletta che verrà raccolta giovedì 15 settembre 2016 durante la S.Messa con la quale, a livello diocesano, si aprirà il Congresso Eucaristico Nazionale, e che il Vescovo celebrerà alle ore 20,30 nella chiesa di S.Biagio in Tivoli, sarà destinata alla solidarietà con le vittime del devastante evento sismico.

Tutte le offerte che verranno raccolte o che già si volessero far pervenire saranno da consegnare quanto prima all’Ufficio Economato della Diocesi di Tivoli (Piazza S.Anna, 2 – 00019 Tivoli) o versate:

sul Conto Corrente Postale N° 37463007 intestato a Ufficio Amministrativo Diocesano – Tivoli;

o tramite bonifico bancario sul Conto Corrente aperto presso il Credito Cooperativo di Palestrina

IBAN: IT49N0871639450000007071823

intestato: Diocesi di Tivoli;

specificando la causale: TERREMOTO CENTRO ITALIA  

La Caritas diocesana, Piazza S.Anna, 3 – Tivoli (Tel. 345/1470164; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) rimane comunque disponibile per informazioni circa eventuali forme di aiuto di generi di prima necessità e soccorso volontario che dovranno essere coordinati con Caritas Italiana e Caritas Lazio.

Carissimi,

mentre invio a tutti i sacerdoti e fedeli della Diocesi la Nota pastorale sull'Iniziazione cristiana nella Diocesi di Tivoli Cristiani non si nasce ma si diventa, sono fin d'ora ad invitare tutto il popolo di Dio alla sua presentazione e consegna ufficiale che avrà luogo presso il Santuario di N.S. di Fatima in San Vittorino Romano nel pomeriggio di Domenica 11 settembre p.v., dalle ore 15,30 alle ore 18,00.

Sarà con noi per illustrarci lo spirito che ad essa è sotteso Don Giorgio Bezze, dell'Ufficio Catechistico della Diocesi di Padova, che i sacerdoti della Diocesi hanno già avuto modo di conoscere durante un anno intero che abbiamo dedicato alla riflessione in vista degli orientamenti raccolti e presentati nella Nota che, con fiducia, consegno alla nostra Chiesa diocesana.

In quel pomeriggio, dopo un momento di preghiera e la relazione di Don Bezze, ascolteremo anche il Direttore del nostro Ufficio catechistico, Don Gianluca Zelli che già ha preparato durante l'anno i nostri catechisti ad accogliere la Nota la quale ha l'unica ambizione di proporre un cammino cristiano serio a quanti vengono battezzati, cresimati e comunicati, coinvolgendo i loro genitori e tutta la comunità cristiana fin dal momento della richiesta del Battesimo. Un coinvolgimento che continuerà anche dopo la celebrazione del sacramenti dell'Iniziazione che non sono il termine della vita cristiana ma delle tappe significative per affrontare con la consolazione e la presenza vivificante della Grazia di Dio che ci viene comunicata attraverso i sacramenti della Chiesa, tutta la vita cristiana. Vita di gioia, di comunità, di relazioni fraterne, di misericordia continuamente ricevuta e donata. Al termine dell'Incontro dell'H settembre io stesso consegnerò ufficialmente la Nota pastorale sulla quale lavoreremo insieme, aiutati dall'Ufficio catechistico, per la sua attuazione nelle nostre comunità affinché nel giro di tre anni si giunga a regime.

Attendo dunque tutti i sacerdoti, i catechisti, le consacrate e i consacrati, i diaconi permanenti, i fedeli laici delle nostre comunità cristiane - in particolare i componenti dei Consigli pastorali parrocchiali - i genitori, gli insegnanti di religione e quanti a vario titolo sono impegnati nella trasmissione della fede e nell' opera educativa dei nostri fanciulli e ragazzi.

Come già è stato nelle singole Vicarie in occasione degli incontri tra parroci e catechisti, anche questo appuntamento sarà sicuramente un bel momento per dare il "La" all'anno pastorale che ci attende.

In attesa di incontrarvi numerosi all'incontro dell' Il settembre (che per i sacerdoti sostituisce il classico primo giorno della formazione permanente del Clero che quest' anno si limiterà soltanto alla mattina di giovedì 15 settembre), colgo l'occasione per porgere a tutti un cordiale saluto

+ Mauro Parmeggiani

Vescovo di Tivoli

Carissimi,

come saprete, dal 15 al 18 settembre p.v. si terrà a Genova il XXVI Congresso Eucaristico Nazionale sul tema: L’Eucaristia sorgente della missione: «Nella tua misericordia a tutti sei venuto incontro». A questo importante appuntamento che si colloca all’interno dell’Anno giubilare, indetto da Papa Francesco per invitare sia i singoli che le comunità ad aprirsi in modo più convinto e generoso al dono della misericordia di Dio, sorgente inesauribile di ogni rinnovamento personale e comunitario, anche la nostra Diocesi sarà presente con una Delegazione ufficiale che io stesso guiderò.

A differenza degli scorsi Congressi Eucaristici nazionali, quello di Genova, prevede nel proprio programma un momento che sia celebrato a livello di Chiesa locale affinché anche coloro che non potranno per evidenti motivi (economici, pastorali, di distanza, ecc.) prender parte alle giornate che avranno luogo nel capoluogo ligure possano sentirsi coinvolti ed uniti alla Chiesa Italiana che, tramite i suoi rappresentanti, in quei giorni si riunirà per celebrare ed adorare la SS.ma Eucaristia affinché si rinnovi nel cuore di tutti il desiderio di uscire da se stessi per annunciare la misericordia di Dio che in Gesù a tutti è venuto incontro.

Con questa mia sono pertanto ad invitarvi all’Inizio del Congresso Eucaristico nella Diocesi di Tivoli che avrà luogo giovedì 15 settembre 2016, alle ore 20,30, presso la chiesa di S.Biagio in Tivoli (Piazza del Plebiscito) dove celebrerò la S.Messa alla quale seguirà una Processione Eucaristica fino alla chiesa di S.Maria Maggiore (Piazza Trento) dove da oltre un anno la SS.ma Eucaristia è solennemente esposta in modo permanente affinché ad ogni ora del giorno o della notte i fedeli possano adorarla.

Le offerte che verranno raccolte durante la S.Messa del 15 sera, e che saranno raccolte – secondo le indicazioni offerte oggi dalla Conferenza Episcopale Italiana - anche nella rete delle nostre parrocchie, cappelle, istituti religiosi e aggregazioni laicali durante tutte le S.Messe di domenica 18 settembre 2016, al termine del Congresso Eucaristico Nazionale, dovranno essere consegnate al più presto presso l’ufficio Economato diocesano (Piazza S.Anna, 3 – 00019 Tivoli) ed andranno a costituire l’opera di Misericordia che si vuole realizzare come segno concreto del medesimo Congresso. Esse saranno devolute tramite i giusti canali indicati da Caritas Italiana e CEI alle popolazioni di Rieti, Ascoli Piceno e Fermo che questa mattina, come tutti ormai sappiamo, sono state vittime di un terribile e devastante terremoto.

Esorto pertanto tutti a partecipare a questo momento. Le Confraternite potranno partecipare indossando i propri abiti confraternali. Chiedo ai Parroci di avvertire i loro fedeli nelle domeniche precedenti.

In attesa di incontrarvi numerosi a questo appuntamento spirituale in comunione con tutte le Diocesi d’Italia, colgo l’occasione che mi è data per porgerVi un cordiale saluto. Con la benedizione del Signore

                                                                                  + Mauro Parmeggiani

                                                                                      Vescovo di Tivoli

Carissimi,

mentre invio a tutti i sacerdoti e fedeli della Diocesi la Nota pastorale sull'Iniziazione cristiana nella Diocesi di Tivoli Cristiani non si nasce ma si diventa, sono fin d'ora ad invitare tutto il popolo di Dio alla sua presentazione e consegna ufficiale che avrà luogo presso il Santuario di N.S. di Fatima in San Vittorino Romano nel pomeriggio di Domenica 11 settembre p.v., dalle ore 15,30 alle ore 18,00.

Sarà con noi per illustrarci lo spirito che ad essa è sotteso Don Giorgio Bezze, dell'Ufficio Catechistico della Diocesi di Padova, che i sacerdoti della Diocesi hanno già avuto modo di conoscere durante un anno intero che abbiamo dedicato alla riflessione in vista degli orientamenti raccolti e presentati nella Nota che, con fiducia, consegno alla nostra Chiesa diocesana.

In quel pomeriggio, dopo un momento di preghiera e la relazione di Don Bezze, ascolteremo anche il Direttore del nostro Ufficio catechistico, Don Gianluca Zelli che già ha preparato durante l'anno i nostri catechisti ad accogliere la Nota la quale ha l'unica ambizione di proporre un cammino cristiano serio a quanti vengono battezzati, cresimati e comunicati, coinvolgendo i loro genitori e tutta la comunità cristiana fin dal momento della richiesta del Battesimo. Un coinvolgimento che continuerà anche dopo la celebrazione del sacramenti dell'Iniziazione che non sono il termine della vita cristiana ma delle tappe significative per affrontare con la consolazione e la presenza vivificante della Grazia di Dio che ci viene comunicata attraverso i sacramenti della Chiesa, tutta la vita cristiana. Vita di gioia, di comunità, di relazioni fraterne, di misericordia continuamente ricevuta e donata. Al termine dell'Incontro dell'H settembre io stesso consegnerò ufficialmente la Nota pastorale sulla quale lavoreremo insieme, aiutati dall'Ufficio catechistico, per la sua attuazione nelle nostre comunità affinché nel giro di tre anni si giunga a regime.

Attendo dunque tutti i sacerdoti, i catechisti, le consacrate e i consacrati, i diaconi permanenti, i fedeli laici delle nostre comunità cristiane - in particolare i componenti dei Consigli pastorali parrocchiali - i genitori, gli insegnanti di religione e quanti a vario titolo sono impegnati nella trasmissione della fede e nell' opera educativa dei nostri fanciulli e ragazzi.

Come già è stato nelle singole Vicarie in occasione degli incontri tra parroci e catechisti, anche questo appuntamento sarà sicuramente un bel momento per dare il "La" all'anno pastorale che ci attende.

In attesa di incontrarvi numerosi all'incontro dell' Il settembre (che per i sacerdoti sostituisce il classico primo giorno della formazione permanente del Clero che quest' anno si limiterà soltanto alla mattina di giovedì 15 settembre), colgo l'occasione per porgere a tutti un cordiale saluto

+ Mauro Parmeggiani

Vescovo di Tivoli

Carissimi,

anche quest’anno desidero farvi pervenire per tempo il Calendario diocesano per l’anno pastorale 2016-17.

Esso vi sarà utile per conoscere i momenti che la nostra Chiesa – a vari livelli e su più fronti – vivrà e celebrerà. A tal fine chiedo a tutti di voler prendere attenta nota degli appuntamenti che vi potranno interessare e a programmare quelli parrocchiali, personali o di comunità, associativi ecc. tenendo conto del Calendario diocesano medesimo.

L’anno pastorale 2016-17 si caratterizzerà perché fino a novembre continueremo a celebrare l’Anno Santo Straordinario della Misericordia. Mentre non finiamo di ringraziare il Signore e Papa Francesco per averci concesso un periodo così bello nel quale stiamo riscoprendo la Misericordia del Padre verso le sue creature, avremo ancora alcuni appuntamenti che ci attendono: il Giubileo dei malati e delle persone con disabilità, che celebreremo al Santuario di N.S.di Fatima in S.Vittorino Romano venerdì 7 ottobre 2016, Memoria liturgica della Beata Vergine del Rosario e quello dei Comunicati che celebreremo sabato 8. Sabato 22 ottobre, poi, ci recheremo tutti a Roma per il Pellegrinaggio Giubilare. Parteciperemo all’Udienza Giubilare di Papa Francesco, varcheremo la Porta Santa della Basilica di San Pietro e alle ore 15,30, celebreremo la S.Messa nella chiesa-santuario di S.Spirito in Sassia che, S.Giovanni Paolo II - del quale proprio in quel giorno ricorrerà la Memoria liturgica - volle dedicato alla Divina Misericordia. Nel pomeriggio del 13 novembre, infine, alle ore 17,00, in Cattedrale attendo tutti per concludere a livello Diocesano l’Anno Santo Straordinario della Misericordia ma anche la Visita Pastorale alle Parrocchie della nostra Diocesi.

In quella occasione consegnerò alla Diocesi una Lettera Pastorale a chiusura della Visita, nella quale, dopo aver incontrato ed ascoltato ogni comunità parrocchiale, indicherò alcuni “percorsi virtuosi” che mi pare urgente intraprendere insieme se desideriamo che la fiamma della fede non si spenga nel cuore dei credenti e giunga ad infiammare anche quella dei cosiddetti “lontani”. E’ necessario infatti porre veramente mano ad un’opera di nuova evangelizzazione per riempire i nostri cuori della gioia del Vangelo al fine di trasmetterla ai fratelli all’interno e all’esterno delle nostre comunità cristiane.

Insieme alla Lettera Pastorale che studieremo insieme con stile sinodale per tradurla in orientamenti pastorali concreti per la nostra Chiesa diocesana, farà da sfondo a tutto l’anno 2016-17 la lettura degli Atti degli Apostoli, il libro di Luca che ci presenta una Chiesa alla quale dovremmo continuamente aspirare, una Chiesa mossa dallo Spirito Santo e “in uscita”, senza timori o stanchezze nonostante i problemi che anch’essa viveva come viviamo noi, poiché sicura della presenza dello Spirito Santo lungo i sentieri della storia per i quali è chiamata a camminare. Gli Atti faranno da guida agli incontri di formazione permanente del Clero, alla Scuola di preghiera diocesana che – aperta a tutti – è specialmente rivolta ai giovani e alla quale dobbiamo fare ogni sforzo per invitare i giovani delle nostre comunità a partecipare così come pure a tutti gli altri appuntamenti diocesani non per moltiplicare gli impegni ma per crescere in quello spirito di diocesanità che più respiriamo più sentiamo che ci fa bene e ci rende felici.

Seguici su Facebook
Seguici su YouTube
Feed RSS

Questo sito utilizza cookies per migliorare le prestazioni di visualizzazione... To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information