News:

Carissimi,

con la presente sono a ricordarVi che domenica 26 aprile p.v. (IV del Tempo Pasquale, detta del Buon Pastore), con tutta la Chiesa celebreremo la 52ª Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni che nella nostra Diocesi coincide anche con la Giornata di preghiera e raccolta di offerte per i Seminaristi della nostra Diocesi.

Invito tutti a non far passare questa Giornata senza un impegno orante personale ed un invito alla preghiera rivolto a tutti i fedeli che parteciperanno alle Sante Messe affinchè il Signore susciti nella Chiesa, ed in particolare nella nostra Chiesa diocesana, numerose e soprattutto sante vocazioni di speciale consacrazione così come chiedo a tutti di pregare per i nostri 5 Seminaristi che si stanno formando presso il Seminario Regionale di Anagni.

Per favorire la riflessione e la preghiera, allego a questa mia anche il Messaggio che il Papa, il 29 marzo scorso, ha indirizzato a tutti i Vescovi, sacerdoti, consacrati e fedeli del mondo per la 52ª Giornata di Preghiera per le Vocazioni intitolato: “L’esodo, esperienza fondamentale della vocazione”. In esso il Papa sottolinea come soltanto in «una Chiesa “in uscita”, non preoccupata di sé stessa, delle proprie strutture e delle proprie conquiste, quanto piuttosto capace di andare, di muoversi, di incontrare i figli di Dio nella loro situazione reale e di com-patire per le loro ferite» possano nascere vocazioni autentiche in uomini e donne che come Dio e con Dio tendano ad entrare in una dinamica trinitaria di amore, ascolto della miseria del proprio popolo per intervenire nel liberarlo (cfr Es 3,7).

Carissimi,

mercoledì 29 aprile p.v. ricorrerà il II anniversario della morte di S.E.Mons. PIETRO GARLATO, Vescovo emerito di Tivoli.

Con questa mia sono ad invitarvi ad una celebrazione della S.Messa in suo suffragio che celebrerò in quella mattina, alle ore 11,00, nella chiesa parrocchiale di S.Biagio (piazza del Plebiscito - Tivoli).

I sacerdoti che desiderano partecipare a questo momento di ricordo grato al Signore e di preghiera per l'anima di colui che fu Pastore per molti anni della nostra Chiesa diocesana, dovranno portare con sé il camice e la stola bianca.

Chiedo inoltre cortesemente ai Parroci e Rettori dei Santuari di voler render noto ai fedeli tale appuntamento e a tutti di voler suffragare in quel giorno l'anima del compianto Pastore.

In attesa di incontrare coloro che vorranno partecipare, colgo l'occasione per porgere a tutti un cordiale saluto.

+ Mauro Parmeggiani

Giovedì 18 Settembre 2014 08:41

Lettera Pastorale

“Portatemi Dio gli voglio parlare”: è il testo di un graffito – chiaramente scritto da una mano giovanile – che qualche mese fa è apparso su alcuni muri di Tivoli.

Non so chi ne sia stato l’autore, né se il graffito sia realmente interpretabile come l’ho inteso io, ma esso ha ispirato il titolo di questa mia Lettera Pastorale – che avevo già in animo di scrivere – e che ora affido alla Chiesa Tiburtina, all’inizio di un nuovo anno pastorale, affinché sia letta nelle nostre comunità cristiane, sia oggetto di riflessione comune e soprattutto di impegno non tanto di studio astratto ma fattivo, creativo e concreto verso ciò che ritengo essere oggi tra le priorità pastorali essenziali alle quali la nostra Chiesa deve porre mano: trasmettere la fede alle giovani generazioni.

Carissimi,

vi consegno il Calendario delle attività diocesane e degli uffici di Curia per il prossimo Anno Pastorale 2014-2015 che, come ho annunciato durante la Veglia di Pentecoste, approfondendo alcuni punti del Piano Pastorale quadriennale “Per fede, Abramo”, si fermerà a riflettere innanzitutto sulla trasmissione della fede alle giovani generazioni. A tal proposito, nel prossimo mese di settembre, consegnerò alla Diocesi una Lettera Pastorale dove saranno offerte indicazioni per un cammino comune per trasmettere la fede ai e con i giovani che vivono sul nostro territorio.

Nella Lettera offrirò anche alcune proposte di iniziative che auspico vengano realizzate dalla pastorale scolastica, studentesca e giovanile e dalle aggregazioni laicali come, ad esempio, l’organizzazione di alcuni “incontri per ascoltare i giovani che non frequentano le nostre comunità”.

Nell’anno che sta per iniziare, visto il buon esito del Festival della Bibbia e del Mese della Parola - che ha fatto nascere vari gruppi di ascolto della Parola di Dio nelle nostre parrocchie - verranno riproposte tali esperienze. Gli oltre sessanta missionari della Parola che si sono preparati durante lo scorso anno saranno ancora disponibili per recarsi a tenere gruppi di ascolto della Parola di Dio nelle nostre comunità o animare il Mese della Parola che, come finalità primaria, ha quella di tenere vivo l’ascolto della Parola da cui nasce e si fortifica nei credenti l’adesione della fede a Colui che è il Verbo che si è fatto carne e vive in mezzo a noi.

Seguici su Facebook
Seguici su YouTube
Feed RSS