Mercoledì 22 Settembre 2010 23:19

Resta con noi Signore! Sussidio per la preghiera di adorazione

In questo anno pastorale la nostra Chiesa tiburtina continua l'esperienza di Emmaus. Nell'Integrazione del Programma Pastorale per il 2009-2011 Resta con noi Signore! e? sottolineato che «alla richiesta dei due di Emmaus: "Resta con noi" il Risorto rispose con una azione chiara: "Egli entro? per rimanere con loro" (Lc 24, 29). Possiamo dire che nell'esperienza eucaristica si invertono i ruoli e Gesu? fa sua quella espressione e il desiderio ad essa sotteso quasi a dire a ciascuno di noi e a tutti insieme: "Rimani con me", attendendo dall'uomo l'atteggiamento del "rimanere».

Chiedendoci cosa significhi "rimanere", possiamo dare due risposte...

Un simile mistero va contemplato con lo sguardo puro del cuore capace di stupore per un Amore cosi? grande. Rimane- re e? allora vivere l'"adorazione" come tempo prolungato di sosta nel silenzio, nell'ascolto e nell'apertura generosa del cuore per rispondere nella fede a ogni Sua proposta e richie- sta di amore, condizioni essenziali perche? il Signore possa agire, operando la trasformazione dell'uomo in eucaristia vivente. Adorare e? sostare e lasciarsi "eucaristizzare", cioe? trasformare in uomini e donne che permettono che lo Spi- rito Santo "prenda la vita, la benedica, la spezzi e la doni".
Adorare e? un respirare "bocca a bocca" con il Risorto che infonde in noi il suo Spirito per sostenerci e mandarci ad annunciare il Mistero pasquale (Resta con noi Signore!, n. 5).
Concretamente dalla solennita? della dedicazione della nostra Chiesa Cattedrale, mercoledi? 27 ottobre, «in tutte le parrocchie, santuari, chiese o cappelle di case religiose della Diocesi iniziera? – qualora non fosse ancora in uso – l'Adorazione Eucaristica settimanale da proporre a tutto il popolo di Dio tramite sussidi appositamente preparati dall'Ufficio Liturgico Diocesano.

In ogni Vicaria si pubblichera? un manifesto che, affisso alle porte delle chiese o diffuso in altro modo tra i fedeli, permettera? di conoscere i giorni e le ore nelle quali, nelle chiese della Vicaria, sara? proposta l'Adorazione Eucaristica" (Resta con noi Signore!, p. 23).
Questo sussidio e? offerto alle comunita? cristiane della no- stra Diocesi in questo anno pastorale affinche? si possa "vivere l'"adorazione", come tempo prolungato di sosta nel si- lenzio, nell'ascolto e nell'apertura generosa del cuore per rispondere nella fede a ogni proposta e richiesta di amore del Risorto (cfr. Resta con noi Signore!, n. 5).
La modalita? dello schema e la scelta dei testi proposti «tiene conto dei tempi liturgici, in modo che l'adorazione si ar- monizzi con la liturgia: da essa in qualche modo tragga ispirazione, e ad essa conduca il popolo cristiano» (cfr. Rito della Comunione fuori della Messa e Culto Eucaristico, 87).

Per tale motivo si e? scelto di proporre schemi settimanali di preghiera di adorazione partendo dalla liturgia della Domenica successiva: ad es. nella XXX settimana del tempo ordinario i testi dello schema riguarderanno la XXXI domenica. In questo modo i fedeli potranno vivere l'adorazione come un tempo di preparazione alla celebrazione eucaristica domenicale, cogliendone il profondo legame. Infatti «nell'esposizione si deve porre attenzione che il culto della santissima Eucaristia appaia con chiarezza nel suo rapporto con la Messa. Nell'apparato dell'esposizione si eviti con cura tutto cio? che potrebbe in qualche modo oscurare il desi- derio di Cristo, che istitui? la santissima Eucaristia principal- mente perche? fosse a nostra disposizione come cibo, rimedio e sollievo» (cfr. Rito della Comunione fuori della Messa e Culto Eucaristico, 90).

FEED CHIESA CATTOLICA

Seguici su Facebook
Seguici su YouTube
Feed RSS

Questo sito utilizza cookies per migliorare le prestazioni di visualizzazione... To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information