Giovedì 07 Luglio 2016 08:59

Calendario delle attività pastorali per l'anno 2016-2017

Carissimi,

anche quest’anno desidero farvi pervenire per tempo il Calendario diocesano per l’anno pastorale 2016-17.

Esso vi sarà utile per conoscere i momenti che la nostra Chiesa – a vari livelli e su più fronti – vivrà e celebrerà. A tal fine chiedo a tutti di voler prendere attenta nota degli appuntamenti che vi potranno interessare e a programmare quelli parrocchiali, personali o di comunità, associativi ecc. tenendo conto del Calendario diocesano medesimo.

L’anno pastorale 2016-17 si caratterizzerà perché fino a novembre continueremo a celebrare l’Anno Santo Straordinario della Misericordia. Mentre non finiamo di ringraziare il Signore e Papa Francesco per averci concesso un periodo così bello nel quale stiamo riscoprendo la Misericordia del Padre verso le sue creature, avremo ancora alcuni appuntamenti che ci attendono: il Giubileo dei malati e delle persone con disabilità, che celebreremo al Santuario di N.S.di Fatima in S.Vittorino Romano venerdì 7 ottobre 2016, Memoria liturgica della Beata Vergine del Rosario e quello dei Comunicati che celebreremo sabato 8. Sabato 22 ottobre, poi, ci recheremo tutti a Roma per il Pellegrinaggio Giubilare. Parteciperemo all’Udienza Giubilare di Papa Francesco, varcheremo la Porta Santa della Basilica di San Pietro e alle ore 15,30, celebreremo la S.Messa nella chiesa-santuario di S.Spirito in Sassia che, S.Giovanni Paolo II - del quale proprio in quel giorno ricorrerà la Memoria liturgica - volle dedicato alla Divina Misericordia. Nel pomeriggio del 13 novembre, infine, alle ore 17,00, in Cattedrale attendo tutti per concludere a livello Diocesano l’Anno Santo Straordinario della Misericordia ma anche la Visita Pastorale alle Parrocchie della nostra Diocesi.

In quella occasione consegnerò alla Diocesi una Lettera Pastorale a chiusura della Visita, nella quale, dopo aver incontrato ed ascoltato ogni comunità parrocchiale, indicherò alcuni “percorsi virtuosi” che mi pare urgente intraprendere insieme se desideriamo che la fiamma della fede non si spenga nel cuore dei credenti e giunga ad infiammare anche quella dei cosiddetti “lontani”. E’ necessario infatti porre veramente mano ad un’opera di nuova evangelizzazione per riempire i nostri cuori della gioia del Vangelo al fine di trasmetterla ai fratelli all’interno e all’esterno delle nostre comunità cristiane.

Insieme alla Lettera Pastorale che studieremo insieme con stile sinodale per tradurla in orientamenti pastorali concreti per la nostra Chiesa diocesana, farà da sfondo a tutto l’anno 2016-17 la lettura degli Atti degli Apostoli, il libro di Luca che ci presenta una Chiesa alla quale dovremmo continuamente aspirare, una Chiesa mossa dallo Spirito Santo e “in uscita”, senza timori o stanchezze nonostante i problemi che anch’essa viveva come viviamo noi, poiché sicura della presenza dello Spirito Santo lungo i sentieri della storia per i quali è chiamata a camminare. Gli Atti faranno da guida agli incontri di formazione permanente del Clero, alla Scuola di preghiera diocesana che – aperta a tutti – è specialmente rivolta ai giovani e alla quale dobbiamo fare ogni sforzo per invitare i giovani delle nostre comunità a partecipare così come pure a tutti gli altri appuntamenti diocesani non per moltiplicare gli impegni ma per crescere in quello spirito di diocesanità che più respiriamo più sentiamo che ci fa bene e ci rende felici.

Essere Chiesa unita, in comunione, capace di lavorare insieme per diffondere la gioia del Vangelo, sarà quanto mai necessario soprattutto quest’anno che apriremo nel pomeriggio di domenica 11 settembre, alle ore 15,30, presso il Santuario di N.S.di Fatima in S.Vittorino Romano, con un Convegno diocesano durante il quale consegnerò la Nota Pastorale “Cristiani non si nasce ma si diventa” sull’Iniziazione cristiana nella nostra Diocesi. Io stesso, dopo la presentazione da parte di Don Giorgio Bezze, Direttore dell’Ufficio Catechistico della Diocesi di Padova, la consegnerò a tutti i componenti del nostro bel popolo di Dio quale primo frutto della Visita Pastorale che va a concludersi. Molti incontri in calendario saranno finalizzati proprio a recepire quanto ho indicato e che nel giro di tre anni dovrà diventare prassi in tutta la nostra Chiesa diocesana. L’Ufficio Catechistico accompagnerà ogni comunità parrocchiale a compiere i passi giusti affinché i sacerdoti, i catechisti, i Consigli Pastorali parrocchiali, i genitori dei bambini e ragazzi si lascino coinvolgere sempre più per giungere a realizzare non un cammino verso la ricezione dei sacramenti ma di autentica vita cristiana nel quale i sacramenti dell’Iniziazione (Battesimo, Cresima ed Eucaristia) sono tappe di un percorso che richiede la mistagogia ed introduce alla vita di fede che accompagna ogni fase della vita e ha come termine l’Eterno.

Anche per questo molta attenzione verrà data alla famiglia che deve accompagnare i propri figli almeno nei primi anni di vita affinché il Battesimo che chiede per loro possa essere inizio di una autentica vita cristiana.

Come sempre verranno offerti momenti di formazione al clero, alla comunità diocesana del diaconato permanente, alle consacrate e ai consacrati. Ai sacerdoti raccomando la partecipazione ai momenti loro riservati. Nel mondo di oggi è tanto importante che ci formiamo per essere all’altezza del ministero che ci è stato affidato dal Signore in quest’epoca e non in altre che non ci sono più o che sognamo come da venire. Raccomando particolarmente la partecipazione agli Esercizi Spirituali dal 14 al 18 novembre e che anche quest’anno, guidati da P.Giuseppe Piva, SJ, vivremo presso l’Istituto Maria Consolatrice a Santa Severa (RM). Novità di quest’anno saranno due giorni interi di formazione e programmazione che – sacerdoti e diaconi - vivremo l’11 e il 12 gennaio 2017 presso il FAC Centro Nazareth sulla Via Portuense, a Roma. Tale incontro, aperto logicamente a tutti i sacerdoti, sarà obbligatorio per quanti sono stati nominati parroci o amministratori parrocchiali negli ultimi tre anni.

Non mi soffermo ulteriormente su altri appuntamenti programmati dai vari Uffici ed organismi diocesani, da associazioni, gruppi, ecc. Raccomando soltanto ai Parroci di indirizzare i loro fedeli adulti che chiedono di accedere al sacramento della Cresima a partecipare ai Corsi organizzati dalla Diocesi nella varie Vicarie evitando preparazioni sommarie, affrettate, in proprio… che in realtà spesso non sono preparazioni... ma perdite di occasioni propizie per avvicinare alla fede giovani adulti che da essa si erano allontanati spesso a causa della superficialità di chi doveva essergli testimone e non era stato in grado di consegnargli ragioni mature della fede.

A tutti auguro un buon anno pastorale invocando la benedizione del Signore

                                                                                              + Mauro Parmeggiani

                                                                                                  Vescovo di Tivoli   

FEED CHIESA CATTOLICA

Seguici su Facebook
Seguici su YouTube
Feed RSS

Questo sito utilizza cookies per migliorare le prestazioni di visualizzazione... To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information