Omelie
Martedì 15 Agosto 2017 08:38

Omelia nella Solennità dell'Assunzione

Tivoli, Parrocchia di Santa Croce, Maredì 15 agosto 2017

 

Carissimi fratelli e sorelle,

celebriamo con gioia la festa dell’Assunzione di Maria Vergine al Cielo in anima e corpo.

Una festa che ha molto a che fare con la Pasqua. Che in tante zone d’Itala si chiama anche “Pasqua d’estate” …

Grazie alla Pasqua del Figlio di Dio - Gesù -, infatti, che Maria ha generato al mondo, gli uomini e le donne di ogni tempo sono destinati a partecipare alla gloria che Gesù con la sua Pasqua ci ha meritato. Prima con l’anima e un giorno - come è già avvenuto per Maria - anche con il corpo.

Giovedì 10 Agosto 2017 20:52

Omelia nella Solennità di San Lorenzo 2017

Tivoli, Basilica Cattedrale di San Lorenzo Martire, Giovedì 10 agosto 2017

 

Signor Sindaco, illustri autorità civili e militari, sacerdoti e diaconi, cari fratelli e sorelle nel Signore!

Fedeli alla tradizione tiburtina, anche quest’anno, siamo riuniti nella nostra Cattedrale per rendere grazie al Padre, con Cristo, nello Spirito per averci dato nel diacono e martire Lorenzo un protettore e un modello da imitare.

Vallinfreda, Chiesa Parrocchiale di San Michele Arcangelo, Sabato 1° luglio 2017

 

Carissimi fratelli e sorelle,

è bello trovarsi insieme, oggi, per celebrare la Festa del Beato Diego Oddi, vanto di Vallinfreda ma spero soprattutto esempio per vivere la santità per tutti voi vallinfredani e per noi che lo veneriamo nella nostra Diocesi, a Bellegra, nell’ordine francescano, nel sublacense e in altre zone d’Italia per gli esempi di bontà, umiltà, di generosità nel seguire il Signore, di preghiera assidua, di penitenza, di grande carità.

Sarebbe troppo facile vantarci di aver dato i natali a un Beato e lasciare soltanto a lui la santità che è la misura alta della vita cristiana ordinaria. Celebrare un Beato deve essere di stimolo ad imitarlo nel nostro quotidiano.

Roma, Casa Regionale delle Adoratrici del Sangue di Cristo, Giovedì 22 giugno 2017

 

Carissime Sorelle,

dopo un cammino che avete compiuto insieme e con il consenso della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, questa sera si compie un momento storico per i vostri Istituti: la Congregazione delle Figlie di Maria Custodia Nostra, istituto di Diritto diocesano, fondato nella Diocesi di Tivoli dal compianto Mons. Bernardino Nonni, Parroco di Casape, il 25 marzo 1933 - pochi giorni prima dall’inizio dell’Anno Santo della Redenzione del 1933 - si unisce con la Congregazione delle Adoratrici del Sangue di Cristo, fondata da Santa Maria De Mattias il 4 marzo 1834.

San Vittorino Romano, Santuario di Nostra Signora di Fatima, Sabato 3 giugno 2017

 

Giunti ormai al termine di un altro anno pastorale, ci troviamo insieme per invocare lo Spirito Santo affinché deponga e mantenga vivo nei nostri cuori il desiderio di avanzare verso una comunione che realizzi il prodigio della fraternità e dell’unità nella Chiesa.

Fraternità e unità che non possono essere soltanto opera nostra, che non si possono realizzare perseguendo un ideale umano di perfezione e uniformità che mai raggiungeremo, ma soltanto aprendoci all’azione creatrice dello Spirito Santo: la fantasia di Dio che ci rigenera nonostante noi, i nostri peccati e fragilità.

Tivoli, Basilica Cattedrale di San Lorenzo Martire, Domenica 7 maggio 2017

 

Signor Sindaco, illustri autorità, carissimi fratelli e sorelle!

Anche oggi “Ella è tornata a casa tra i figli suoi”. L’Icona della Vergine di Quintiliolo a noi tanto cara è tornata nella nostra Cattedrale così come vuole una antica tradizione nata dal desiderio dei nostri avi – soprattutto contadini – che desideravano avere accanto a sé l’Icona di Maria da maggio a inizio agosto là dove maggiormente si andava nei campi affinché vegliasse sul loro lavoro, sul loro custodire e vivere della terra, sul buon esito del raccolto che si sperava abbondante per poter vivere meglio. Da lì, come sicuramente saprete, è nato il titolo della Madonna di Quintiliolo che è quello di Vergine dell’Abbondanza!

Tivoli, Basilica Cattedrale di San Lorenzo Martire, Domenica 16 aprile 2017

 

Carissimi fratelli e sorelle, Buona Pasqua!

Con tutta la Chiesa oggi celebriamo la vittoria di Cristo sul peccato e sulla morte: il nucleo essenziale, centrale della nostra fede!

Da questa notte, dopo aver contemplato la croce nel Venerdì Santo, e aver vissuto ieri il silenzio del Sabato Santo, noi celebriamo come la sconfitta della croce e del sepolcro sigillato non sono state le ultime parole proferite da Dio su Gesù. No, Gesù è risorto e attraverso Lui il Padre parla a noi.

Domenica 16 Aprile 2017 12:10

Omelia alla Veglia Pasquale 2017

Tivoli, Basilica Cattedrale di San Lorenzo Martire, Sabato 15 aprile 2017

 

Carissimi fratelli e sorelle,

siamo giunti al culmine dell’anno liturgico, nella notte più importante di ogni altra notte, la notte della Veglia Pasquale!

Sono con noi i Catecumeni Larry e Rita che con i loro figli Provaider e Treasure riceveranno il battesimo; Luca che come Larry e Rita oltre al battesimo riceverà tutti i sacramenti dell’Iniziazione cristiana: Cresima ed Eucaristia; i sacramenti che ci comunicano la grazia della Pasqua. Sono con noi altri due fratelli in Cristo che riceveranno la Cresima a compimento del cammino di Iniziazione Cristiana.

Sabato 15 Aprile 2017 11:32

Omelia del Venerdì Santo

Tivoli, Basilica Cattedrale di San Lorenzo Martire, Venerdì 14 aprile 2017

 

“Volgeranno lo sguardo a Colui che hanno trafitto” (Gv 19,37).

Carissimi fratelli e sorelle, tra poco sarà introdotta nella nostra assemblea la croce del Signore che – progressivamente svelata – sarà messa davanti al nostro sguardo.

Questo svelare la croce progressivamente, questo introdurla ai nostri sguardi in maniera progressiva sta a ricordarci come è impossibile giungere a comprendere in una volta sola il mistero della Passione e Morte di Gesù che alla luce della Pasqua celebriamo in questo secondo giorno del Triduo Pasquale.

Tivoli, Basilica Cattedrale di San Lorenzo Martire, Giovedì 13 aprile 2017

 

Carissimi fratelli e sorelle,

con questa celebrazione iniziamo il Triduo Pasquale: tre giorni da vivere come un unico grande giorno di Pasqua. Il giorno nel quale celebriamo l’amore di Dio che giunge fino alla fine.

Nel Vangelo che ci è stato proclamato abbiamo ascoltato quella parola che è stata per i discepoli contemporanei di Gesù ma che è anche per noi e per gli uomini e le donne di ogni tempo: “Li amò fino alla fine”. O meglio sarebbe dire: li amò “fino al compimento”. L’amore di Gesù, infatti, non è solo un amore che arriva fino al limite estremo di donare tutto se stesso, ma è piuttosto un amore che si compie. E il compimento dell’amore del Signore che avviene con la sua passione, morte e risurrezione, è la nostra possibilità-capacità di amarci a vicenda come da Lui siamo stati amati.

Pagina 1 di 20

FEED CHIESA CATTOLICA

Seguici su Facebook
Seguici su YouTube
Feed RSS

Questo sito utilizza cookies per migliorare le prestazioni di visualizzazione... To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information